Formentera: I Parei dei colori del mondo.

  • Pronti per tuffarvi nel mare cristallino delle Baleari? Oggi vi vorremo portare nella mas pequena delle 4 isole spagnole site davanti a Valenzia: Formentera.
    Un’isola a forma di Tanga ( slip ridotto e simile al perizoma, per intendersi:D ) circondata da spiagge borotalco acqua azzurra.
    Un tempo formentera era l’isola degli Hippy.. Rasta canne nudismo pesca relax e due/tre bar a SanFerran de ses roques. Un paradiso sperduto dove buttarsi in un’oasi di silenzio e natura incontaminata. Oggi Formentera e’diventata un’isola mondana e delirante gestita da ragazzini italiani con la smania di mostrarsi ed entrare al Pineta. Improbabile discoteca sorta nel centro di EsPujol – un tempo completamente disabitato – sulle orme del Pineta di MilanoMarittima. Ma non voglio raccontarvi della formentera italiana che si snocciola tra espujol e puntaPrima, tra locali mondani e bar creati sulla spiaggia finta in cui un drink costa 15euro.. No.. Io vorrei raccontarvi della Formentera autentica, quella di 20anni fa, quella di parei ed espadrillas, del BigSure ( ormai chiuso che ha lasciato il posto al beso beach), delle feste al Desidere’ dove una calippata ( mezzo litro di vodka con 2 calippi sciolti dentro) costava 5 mila lire, dove la sera ci si ritrovava sulla spiaggia a cantare con una chitarra in mano attorno ad un fuoco improvvisato.. Vorrei raccontarvi di una Formentera antica, che non c e’chiaramente più ma che, con qualche consiglio ed accortezza, potreste ancora ritrovare.. Selvaggia nuda cruda vera e spagnola come quella che era anni orsono.
    Innanzitutto evitate di andarci in agosto. Ed evitate di alloggiare ad esPujol. Molto validi invece sono San Ferran e San Francesco – la capitale- sia per trovare casa che per uscire la sera. A San Ferran potete mangiare una pizza cotta con forno a legna e molto spianata sulla via principale ove i locali – ristoranti compresi- stanno aperti sino alle due di notte. Un drink da FondaPepe, poco più avanti, o magari un cicchetto della casa infuocato per poi sorseggiare uno hierbas seduti per terra come i locali.. Che passano seduti in piazza la serata offrendoti sigarette tabacco e wiskey d’asporto.
    Carino anche passeggiare in cerca di bar tipici e negozietti per le vie di SanFrancesc de Xavier .. Parei turchesi color del mare locale e vestitini con coralli disegnati ( come quelli che si possono trovare a prezzo scontato da Io Donna..) si abbinano perfettamente ad espadrillas fantasia o castagner con zeppa in corda molto femminili.
    Borse mare in paglia e kaftani con tartarughe marine delfini e stelle marine invadono la soleggiata e bianchissima piazzetta del capoluogo. E non perdetevi il mercatino Hippy la domenica mattina all’alba ad es calo’!!! Tramonto al faro e giro per bancarelle alla ricerca del bracciale più strano o del pareo più antico:)
    Che spiagge visitare?
    -Al km 10.3 di playa mijorn troviamo i resti del bar Giallo ( ora smantellato poiché senza permesso.) il mare qua e’splendido. Sempre piatto e limpido. Entrate in acqua facendo attenzione ai sassi.
    -al km 10.7 playa mijiorn a la Fregata. Splendida spiaggia attrezzata ed ottimo ristorante vista mare.
    -Spiaggia de saRoqueta. Da espujol verso LagoPlaya. Parcheggio davanti a RocaBela e incamminarsi nel sentiero segnato da piattaforme in legno. Spiaggia libera senza servizi.
    -Playa de Llevante. Spesso ventilata ma altrettanto spesso deserta. Un bar che fa ottimi calamari alla griglia.
    -Cala Saona. Bellina ma infossata, spesso piena di turisti italiani e davvero poco ventilata. Lì vicino vi E’il bar : Tiki Bar per vedere il tramonto e Chacala per pranzare!!
    -In fondo alla Spiaggia di Lletas ( sempre strapopolata e affollata) troviamo due diramazioni: a destra il Tanga col mare alto e la piacevole brezza tipica del versante ( con anche il ristorante Tanga ottimo per un pranzo veloce.) e a sinistra la coda ultima del tanga che rappresenta un lembo di spiaggia bagnato dal mare a destra e a sinistra. Non ci sono bar e il tragitto a piedi e’lunghetto ma La visuale e’impagabile e la pace assoluta!!
    -Spiaggia di Es Calo’. Leggermente scogliosa con deliziose insenature attrezzate con ombrelloni lettini e dissetanti chiringuito. Ristoranti nelle vicinanze pervpranzare: les Arenas ( bello buono ma un po’caro.) / Es Cupina (ottimo. Ottimo prezzo ottima location ottimo cibo!!) / Can Pasqual: Ottimi crostacei. / El Mirador: prezzo economico. Sulla strada. Vista mare.
    Dove cenare: Ecco un elenco dei miei ristoranti preferiti a formentera;)
    La Fragata
    EsCodotForadat
    Es Calo'( uno dei miei preferiti!)
    Can Carlos ( elegante mondano e ottimi drink.)
    Can Dani ( ad oggi: in mi manera)
    Sa Sequi (Romantico!)
    El Pelajo ( paella domenicale – da prenotare!-imperdibile!!)
    El Mol de Sal ( Romantico e ottimo GinTonic)
    Sa Palmera ( sulla passeggiata di EsPujol. Spartano ed economico.)
  • Catarina Formentera ( aperto solo la sera. Zona esCalo’. Meraviglioso! Ottimo cibo anche vegetariano!)
  • Cafe’Rafalet!! ( il nostro preferito.. Terrazza sul mare e cibo squisito. Gente raffinata e camerieri simpaticissimi:)
    Boca deSal ( mondano con musica dal vivo.)
    FodaPepe. ( famoso ben frequentato carino centrale. )
    Macondo ( pizza ottima!!! Sangria super!!)
    Can Gavinu ( bello. Agriturismo elegante.)
    E l’aperitivo???! Al Piratabus, al BesoBeach, al Tiburon, al flipper and chiller, da Amore ET odio, o al neropaco ( dapprima locale notturno ad oggi luogo D’aperitivo mondano!) al Blue ( locale spagnolo dove si mangia meravigliosamente.) Al Lucky (baretto carino gestito da bolognesi.) ..al PilarDellaMola e poi.. Ovunque!!! Formentera e’un mix di colori, sfumature blu del mare, turchese del cielo, beige delle conchiglie, arancione e cobalto dei parei mare che si vedono esposti sulle strade bianche e ciottolose e rosso amaranto di tramonti che ti entrano nel cuore!!!! 😍😍
Share this post
  ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *